Venerdì 11 settembre

ore 18.00

"Marconi a Coltano"

Convegno e visita guidata


~    ~    ~    ~    ~    ~    ~    ~


ore 21.15

CONCERTO

Duo Claude Hauri e Milo Ferrazzini Hauri

Duo di violoncelli

Musiche di A. Vivaldi, G. Rossini, C. Saint-Saens, A. Dvorak, N. Paganini
EVENTO A PAGAMENTO


Villa Medicea
Coltano

Pisa

(spazio esterno)


Per i partecipanti è possibile usufruire di un servizio di ristorazione con i ristoranti convenzionati in zona

PROGRAMMA

A. Vivaldi (1678 – 1741)
Sonata in mi minore RV 45
Largo – Allegro - Largo - Allegro

J. Offenbach (1819 – 1880)
Duetto di violoncelli op. 52 n. 3

G. Rossini (1792 - 1868)
Arrangiamento su “Ecco ridente in cielo” dal barbiere di Siviglia

C. Saint-Saens (1835-1921)
Il Cigno dal Carnevale degli animali

A. Dvorak (1841-1904)
Humoresque

D. Popper (1843 – 1913)
Gavotte

N. Paganini (1782 – 1840)
Variazioni sul tema “Mosé” di Rossini, su una corda

J. Barrière (1707 - 1747)
Prestissimo dalla Sonata in Sol maggiore

D. Popper (1843 – 1913)
Tarantella

BIOGRAFIE

Claude Hauri

Inizia giovanissimo lo studio del violoncello con il maestro Taisuke Yamashita che lo accompagna fino al diploma, ottenuto presso il Conservatorio a Lugano. Prosegue poi gli studi con Raphael Wallfisch, con il quale ottiene il diploma di perfezionamento alla Musikhochschule di Winterthur, Alain Meunier e Zara Nelsova. Violoncello solista dell’Ensemble Prometeo di Parma, ha suonato come primo violoncello nella Youth World Orchestra della Jeunesses Musicales. Quale solista e in gruppi da camera svolge un’intensa attività concertistica che lo vede esibirsi intensamente in tutta Europa, in Australia e in Sud America in festival quali Amici della Musica di Palermo, Biennale di Venezia, Unione Musicale di Torino, Associazione Musicale Lucchese, National Academy Melbourne, Concerti al Quirinale a Roma, Teatro El Circulo a Rosario, Foundacion Kinor Buenos Aires, Festival Lubjiana, Festival Nancy.
In qualità di solista con orchestra si è esibito negli ultimi anni con numerose orchestre (tra cui l’Orchestra di Fiati della Svizzera italiana, l’Orquesta Sinfonica Nacional Argentina, l’Orchestra della Svizzera italiana, l’Orquesta Sinfonica de Entre Rios, l’Orquesta Sinfonica Uncuyo, l'Orchestra Filarmonica di Stato della Romania, l'Orchestra daCapo di Monaco, la Slovenian Philharmonic String Chamber Orchestra, l'Orchestra da camera di Mantova, la l'Orchestra Federale del Caucaso settentrionale, l’Orchestra la Tempesta, l’Orchestra Vivaldi e l’Orchestra del Festival di Bellagio sotto la direzione di direttori quali Piero Gamba, Massimo Belli, Reinaldo Zemba, Kevin Griffiths, Franz Schottky, Jeff Silberschlag, Giancarlo Rizzi, Mario Ancillotti, Piotr Nikiforoff, Robert Lehrbaumer e Louis Gorelik.
Dedica particolare attenzione al repertorio contemporaneo. Moltissime le prime esecuzioni, spesso a lui dedicate, e le collaborazioni con compositori quali S. Sciarrino, L. De Pablo e P. Glass, per citarne solo alcuni. Numerosi i concerti trasmessi in diretta radiofonica per emittenti quali SSR RSI, DRS, BBC, RAI e incisione discografiche edite da Amadeus, Jecklin, Nuova Era, Szene Schweiz. Le ultime pubblicazioni discografiche lo vedono impegnato con la violinista Bin Huang (Brilliant Classics) e con il Trio des Alpes (Dynamic). Suona uno splendido violoncello di Gian Battista Zanoli, liutaio italiano del ‘700.
Tra le sue prerogative quella di proporre concerti e spettacoli tematici, spesso abbinando diverse arti quali la musica, la letteratura e le arti visive. In quest’ottica rientrano i progetti che lo vedono impegnato con la scrittrice italiana Dacia Maraini e il Trio des Alpes, i numerosi spettacoli con l’attore Claudio Moneta (tra cui Le quattro stagioni, Una notte a Vienna, Lungo il Danubio), lo spettacolo dedicato all’arte degenerata Il suono della libertà, lo spettacolo incentrato sulla Shoa: Occhi che raccontano con l'attore pugliese Fabrizio Saccomanno, quello sulla vita di Mozart con l'attore Roberto Anglisani e Beethoven si diverte con testi di Rita Charbonnier, l'attrice Pamela Villoresi, il Trio des Alpes, la soprano Martina Jankova e il tenore Marcello Nardis.
Ha collaborato alla trasmissione della RSI Rete Due Tempo dello Spirito dove ha curato le 12 puntate di La musica e lo spirito.

 

Milo Ferrazzini Hauri

Milo Ferrazzini Classe 2000, inizia lo studio del violoncello con la maestra Marina Modesti all’età di 4 anni, seguendo l’esempio del padre. Nel 2006 si iscrive alla Scuola di Musica del Conservatorio della Svizzera italiana nella classe del maestro Beat Helfenberger. Nel 2015 viene ammesso alla sezione Pre-College del CSI nella classe del Prof. Taisuke Yamashita.

Nel 2018 ha vinto il primo premio al Concorso svizzero di musica per la gioventù nella massima categoria ottenendo anche una borsa di studio dalla Fondazione Ruth ed Ernst Burkhalter. Nel 2019, ha vinto il primo premio nello nella categoria “musica da camera”

ed è stato invitato dall’Orchestra Sinfonica di Bienne e Soletta a suonare le celebri “Variazioni su un tema roccocò” di P.I.Ciaikovskj diretto da Jean François Verdier e inciso dalla Radiotelevisione svizzera.

E’ primo violoncello nell’Orchestra Giovanile della Svizzera italiana, con la quale ha anche suonato più volte in qualità di solista tenendo tournée in Italia e Spagna.

Suona spesso in formazioni da camera e con “theXcellos”, ensemble che ha conquistato, nel 2019, il “primo premio con lode” alla finale del concorso giovanile nazionale svizzero nella categoria “musica da camera”, e con il quale si esibisce regolarmente eseguendo numerosi propri arrangiamenti. Si esibisce anche il “trio con moto”, con il quale nel 2019 ha vinto il concorso nazionale tedesco “jugend musiziert”.

Ha partecipato masterclass tenute dai celebri violoncellisti R.Wallfisch, E.Dindo, J.Goritzki R.Dieltiens, R.Rosenfeld, W-S. Yang e T.Wick.

PREVENDITA BIGLIETTI

 

Per gli eventi all’aperto in caso di maltempo è prevista alternativa nella sale interne.


Prenotazione obbligatoria anche degli eventi ad ingresso gratuito con numero limitato di posti per il rispetto delle normative anti contagio Covid.


Per informazioni e prenotazioni:
tel. 347 6371189 - 347 8509620
email: associazionefanny@gmail.com