Venerdì 18 settembre

ore 19.30

Installazione video "Mel"
di Elisabella Cardella

a cura di Barbara Benincasi


La realizzazione di Elisabetta Cardella per questa rassegna conferma assolutamente la sua forte sensibilità riguardo al tema femminile e alla rappresentazione, anche iconica, della donna e del feminino.
Elisabetta, con un mezzo che le si allinea perfettamente, dedica una istallazione alla figura della compositrice francese Mélanie Hélène Bonis, conosciuta anche come Mel Bonis. La forza e la delicatezza, la fragilità e l’ostinazione di questa musicista si riflette e si rivela nell’intervento di Elisabetta, che le rende omaggio in questa serata a lei dedicata.

Elisabetta Cardella acquisisce le tecniche tradizionali del disegno, della pittura e della scultura negli anni dell’Istituto d’Arte. Durante gli studi universitari approfondisce la Storia dell’Arte i cui riferimenti e suggestioni sono presenti nelle sue opere attuali. Dalle tecniche tradizionali passa al digitale e al settore della stampa e della comunicazione, specializzandosi in Graphic Design e Multimedia presso la LABA di Firenze con una tesi in Comunicazione Museale. Collabora a progetti fotografici e grafici, crea una linea di giochi per bambini dove unisce illustrazione e design.
Le sue opere ripercorrono e assorbono tutte le fasi della sua formazione sia concettualmente che a livello tecnico. Crea, attraverso la tecnica del collage, atmosfere oniriche, paesaggi sospesi nel tempo, personaggi irreali avvolti da oro e colori brillanti. Sperimenta supporti di stampa sui quali interviene manualmente con pittura e materiali più svariati, stoffa, carta, metalli. Spesso realizza grandi sagome site specific, che interagiscono con l’ambiente. Collabora in sinergia con altri artisti, musicisti, designer, grafici, videomaker per installazioni, videoproiezioni e scenografie.
L’immagine surreale che scaturisce è contemporanea ma sempre con riferimenti al passato. Grande ispirazione la trova nella natura, dal micro al macro, e nell’anatomia del corpo come mezzo per indagare istinti, sentimenti, emozioni dell’uomo. La sua ricerca è indirizzata infatti all’interiorità, ai legami tra gli uomini ed alla connessione dell’uomo con gli elementi naturali.
Nel suo percorso Elisabetta Cardella unisce la pittura tradizionale ai nuovi media, schemi compositivi classici a riferimenti all’attualità.

ore 21.15

Fuori e dentro le righe

Spettacolo/concerto dedicato alle opere e alla vita della celebre compositrice francese M. H. Bonis. Un viaggio che ci porterà a conoscere la singolare e clamorosa vicenda di questa donna innovativa.


Patrizia Pedron, voce narrante
Enzo Ligresti, violino
Valter Favero, pianoforte


Officine Garibaldi
Pisa

(spazio esterno)





Dalle ore 19:30 previsto aperitivo presso COFFIBAR con prenotazione obbligatoria
Costo 6 euro
Per info e prenotazioni: info@officinegaribaldi.it - 050 8068970


PROGRAMMA

Lo spettacolo “Fuori e dentro le righe” è dedicato alla vita e alle opere della compositrice Mel Bonis, un’esponente di primo piano dell’arte musicale parigina a cavallo tra ‘800 e ‘900. Il racconto sulla vita di Mélanie Hélène Bonis sarà ancor più valorizzato dall’interpretazione, da parte del duo Ligresti - Favero, di alcune opere musicali scritte dalla protagonista così da aiutarci a conoscere e a comprendere la singolare, appassionante e clamorosa vicenda biografica di questa donna innovatrice, forte e decisa. A narrare la vicenda sarà Patrizia Pedron che ha ideato e scritto il racconto.
Saranno eseguite le seguenti Opere (in ordine d’ascolto):

Sonata op. 64 Andantino con moto
Phoebe Op. 30
Aubade
Berceuse Op.23 No.1
Sonata op. 64 Adagio
Prelude Op.10
Romance sans paroles
Carillons Mystiques Op. 31
Prelude Op.10
Sonata op. 64 Scherzo vivace
Barcarolle Op. 71
Allegro da Andante e allegro Op. 133
Prelude Op.10
Impromptu Op. 11
Meditation
Sonata op. 64 Finale moderato

BIOGRAFIE

Patrizia Pedron

voce narrante
 
Nata ad Abano Terme, Appassionata di teatro, arte, cultura e tradizione popolare, si dedica alla ricerca di racconti, leggende e spartiti musicali inediti. Questo interesse ha portato l’autrice alla realizzazione di eventi teatrali firmando la regia di “Amore e Follia”, “Monologhi” di Gandolin e “Donne in Musica”: “Mel Bonis: fuori e dentro le righe”, “Cécile Chaminade: La piccola Mozart”, “Rebecca Clarke: “To belive: credere”, “Clara Schumann: Con anima e corpo”, “Nadia e Lili Boulanger: Energia e Meditazione”. Attiva anche nell’organizzazione e presentazione di eventi concertistici e culturali, è invitata da Enti teatrali e Fondazioni. Contrabbassista dell’Asolo Chamber Orchestra, dell’Orchestra “Festival Internazionale Maria Callas” e dell’Asolo Baroque Ensemble, è attiva nell’ambito cameristico con il Trio Akedon, il Quintetto Milonga del Angel e il Quartetto@solo. Intensa l’attività concertistica con prestigiosi solisti: i violinisti Glauco Bertagnin, Carlo Lazari, Enzo Ligresti, Francesco Comisso, Davide Alogna, il violista Silvestro Favero, il clarinettista Enrico Maria Bassani violoncellisti Francesco Ferrarini e Giuseppe Barutti, i pianisti Bruno Canino, Roberto Prosseda, Valter Favero. Si è esibita al Teatro Bibiena di Mantova, al Teatro Comunale di Portofino, Teatro Comunale di Lugo, Auditorium di Maccagno Lago Maggiore, Auditorium San Fedele per il Festival Internazionale Palazzolese, Università degli Studi dell’Insubria di Varese, Sala dello Studio Teologico della Basilica del Santo di Padova, Teatro del Castello Scaligero di Malcesine,



Enzo Ligresti

violino 

Si è diplomato nel 1989 al Conservatorio "Benedetto Marcello" di Venezia sotto la guida di Aldo Nardo con il massimo dei voti. Nel 1991 ha conseguito, presso l'Accademia Internazionale Superiore di Musica di Biella, il relativo diploma sotto la guida di Corrado Romano con esito di "Eccellente con menzione speciale". Successivamente sempre con Corrado Romano ha frequentato il Conservatorio di Ginevra e nel 1994 si aggiudica il Primo Premio di "Virtuosité" con menzione speciale, il "Prix Henry Stern" e il "Prix Maggy Brettmayer". Successivamente si è perfezionato con Giuliano Carmignola e ha frequentato l'Accademia "Stauffer" di Cremona con Salvatore Accardo. E' stato premiato in numerosi concorsi: "Lorenzo Perosi", "Ada Dal Zoppo", "Rovere d'Oro", "G. B. Pergolesi", "Città di Vittorio Veneto", "Andrea Postacchini", "Valsesia Musica 2000". Ha collaborato con l’orchestra del Maggio Musicale Fiorentino di Firenze in qualità di spalla dei secondi violini. L'artista ha effettuato diverse registrazioni discografiche, collaborando anche con il Maestro Aldo Ciccolini, alcune delle quali prime registrazioni mondiali. Inoltre dicono di lui: - "…Enzo Ligresti si è subito imposto alla mia attenzione per le sue non comuni doti di musicista e di virtuoso…La sua esperienza derivata dalla assidua attività concertistica ne fanno un musicista completo" Aldo Ciccolini; - "Le esecuzioni di Enzo Ligresti si sono sempre dimostrate di altissimo livello tecnico e artistico" Claudio Scimone. Docente di violino presso il Conservatorio di Novara. Ha svolto intensa attività concertistica come solista e in formazioni cameristiche (Duo-Trio e Quartetto) in Italia e all'estero (Messico, Germania, Lussemburgo, Belgio, Francia, Austria, Singapore, Thailandia, Malesia, Corea, Cina, Stati Uniti, Canada, Egitto, India, Giappone, Svizzera e altri ancora) sempre con grande consenso di pubblico è stampa. E’ membro dell’orchestra dei “Solisti Veneti”, con cui ha svolto intensa attività concertistica.


Valter Favero

pianoforte
 
Ha conseguito il diploma in pianoforte presso il Conservatorio "A. Steffani" di Castelfranco Veneto, sotto la guida del M° Massimo Somenzi, con il massimo dei voti e la lode, ottenendo un diploma di merito e borsa di studio. Allievo del violoncellista Mario Brunello per la musica da camera, ha frequentato i Master Classes condotti dai pianisti Lev Vlasenko, Michail Voskresensky e Anatolj Vedernikov, docenti pr di Mosca. Ha studiato con il M° Pier Narciso Masi per il pianoforte e frequentato inoltre il corso di musica da camera istituito dall'Accademia Pianistica di Imola e tenuto dai pianisti Dario De Rosa e Mauren Jones. Determinante, per la sua formazione artistica, l’incontro con il grande pianista e didatta Aldo Ciccolini. Svolge attività concertistica sia come solista che in formazioni cameristiche, invitato da prestigiose Associazioni ed Enti concertistici in Italia e all’estero: Town Hall di Sydney, "Chapelle Historique du Bon-Pasteur" di Montreal, Centrepoint di Ottawa, Casa della Cultura di Sofia, Hardotèneti Muzeum di Budapest, Wagner Zale di Riga, Monestier De Sant Pere a Camprodon in Spagna per il XXII Festival Isaac Albèniz, Biblioteca de Catalunya a Barcellona, Teatro Laz Rosas de Madrid, Französische Kirche di Potsdam, Rocca Sforzesca di Imola, Ateneo Veneto di Venezia, Teatro degli Industri di Grosseto, Palazzo Siotto di Cagliari, Teatro Alighieri di Ravenna, Sala dei Giganti di Palazzo Liviano di Padova, , Teatro Bibiena di Mantova. Al suo attivo numerose registrazioni per la RAI, per Mediaset, per la Radio Televisione Bulgara, per l'emittente canadese "Tele 30" e la Latvia Television. Ha diretto e suonato come solista con numerose orchestre ed è attualmente direttore dell'Asolo Chamber Orchestra. E’ docente presso il Conservatorio “A. Steffani” di Castelfranco Veneto. Viene regolarmente invitato in Giurie di Concorsi Pianistici Nazionali e Internazionali.

PREVENDITA BIGLIETTI

 

Per gli eventi all’aperto in caso di maltempo è prevista alternativa nella sale interne.


Prenotazione obbligatoria anche degli eventi ad ingresso gratuito con numero limitato di posti per il rispetto delle normative anti contagio Covid.


Per informazioni e prenotazioni:
tel. 347 6371189 - 347 8509620
email: associazionefanny@gmail.com